#1 tema del giorno: il lavoro

DSCF2409Inauguro oggi, parlando del lavoro, una serie di riflessioni e spunti su temi importanti per il futuro della Liguria.
Sono i temi che ho affrontato nei due anni che ho trascorso in Consiglio regionale e sui quali intendo continuare a lavorare se sarò rieletto.
Per tutto il mese di maggio vi racconto qual è la mia idea di Liguria

Buon 1 maggio! 

Il tema dell’occupazione è tra le sfide più importanti per il futuro della Liguria, a partire dalla difesa dei posti di lavoro e della permanenza delle aziende nel territorio regionale, in modo da tutelare l’indotto e quindi la tenuta economica dell’intero sistema produttivo.

Le porte del Consiglio regionale, in questi anni, sono sempre state aperte alle delegazioni di lavoratori che venivano a chiedere di ascoltare i loro problemi. Preoccupazioni, incertezze, rabbia: la Regione ha sempre accolto e cercato di rassicurare i lavoratori, facendosi portavoce delle loro istanze nelle altre sedi istituzionali e prendendo posizione a difesa delle aziende, come nel caso della galassia Finmeccanica, attraverso ordini del giorno e iniziative di carattere pubblico. Esaote ha un patrimonio di conoscenze e di professionalità che non possiamo disperdere. Anche attività e maestranze di Ansaldo Energia, Ansaldo Sts, Piaggio, Fincantieri devono essere riconosciute eccellenze italiane in ricerca, produzione e sviluppo.

Ma anche le vertenze minori relative a imprese che svolgono un importante ruolo per la sostenibilità economica dell’entroterra devono essere sostenute e difese.
Per questo motivo mi sono attivamente occupato anche delle vertenze relative a tante realtà produttive e in occasione di modificazioni all’assetto societario, come nel caso delle maestranze di Datasiel (oggi Liguria Digitale) e di Tetig.

Mi sono impegnato anche per la vertenza sul trasferimento delle funzioni delle Province e Comunità Montane alla Regione, anche in funzione della salvaguardia dei posti di lavoro. 

Non va dimenticata, infine, la tutela del lavoro nei settori del commercio e artigianato e delle microimprese.

#lavoro #occupazione #lavoratori #Liguria #unideadiliguria #1maggio

Aiuti per alluvionati: la Regione ha stanziato 20 milioni

Anche dall’aula del Consiglio regionale durante il dibattito sull’alluvione di Genova, ho ringraziato, da cittadino di una zona come quella di Campo Ligure e Rossiglione, chi in quest’occasione ha dato aiuto e dimostrato vicinanza.
In primis i volontari, ma anche le istituzioni, in particolare la Regione, nelle persone del Presidente Burlando e dell’Assessore Paita.

Con Burlando e Paita siamo stati in contatto fin da subito quando ancora avevamo l’acqua alle ginocchia. Hanno coordinato i soccorsi e gli interventi immediati e, nei giorni successivi, effettuato sopralluoghi e incontrato gli amministratori. E questa vicinanza non è stata avvertita solo da me, che potrei essere considerato “di parte”. Ma è una sensazione condivisa, come testimonia la lettera di ringraziamento che alcuni sindaci di quei Comuni, anche non del PD, hanno scritto nei giorni scorsi al Presidente Burlando e all’Assessore Paita.

Gli eventi atmosferici che ci hanno colpiti sono da considerarsi eccezionali, ma purtroppo le mutate condizioni climatiche li stanno rendendo ordinari. Sarà necessario adeguare gli strumenti di previsione e i piani di intervento per non farci trovare impreparati.
Le tre cose da fare subito sono: emanare ordinanze per consentire velocemente la rimozione dei detriti alluvionali, sollecitare il Governo a dichiarare lo stato di emergenza richiesto dalla Regione in modo che vengano destinati al nostro territorio fondi straordinari, far arrivare subito a privati e imprese i risarcimenti.
Per quanto riguarda il terzo punto, il Consiglio regionale ha approvato un provvedimento che stanzia oltre 20 milioni di euro per risarcire i danni alluvionali. Già dalla prossima settimana verranno avviate le pratiche per erogare questi fondi e concedere un po’ di respiro alle imprese colpite.

Credo che questo non sia il momento delle polemiche ma che siano queste le cose concrete di cui la città e la provincia di Genova hanno bisogno.

Grande soddisfazione per l’approvazione del bando sulle associazioni dei Comuni.

unioneCon la delibera, approvata ieri dalla Giunta regionale, relativamente al bando per le associazioni dei Comuni, la nostra regione fa un ulteriore passo avanti per una riorganizzazione efficiente del suo assetto istituzionale e territoriale.

L’importo complessivo stanziato, pari a 1,1 milioni di euro, è articolato sia per favorire la presentazione di nuove Unioni di Comuni, sia per progetti già costituiti. In questo caso l’indicazione nel bando dei contenuti specifici, sui quali dovranno vertere i progetti, dà un chiaro indirizzo su alcune linee guida sulle quali ritengo fondamentale lavorare in tema di enti locali, quali semplificazione, informatizzazione, riqualificazione delle procedure. Continua a leggere

Passa in Commissione il NO all’accorpamento dei Parchi.

1-YNell’ambito della Commissione consiliare Affari istituzionali, svoltasi ieri, è stato approvato a larghissima maggioranza (nessun voto contrario, due astensioni) il disegno di legge di iniziativa consiliare che abroga le norme relative all’accorpamento dei parchi liguri entro il 30 settembre e introduce misure di razionalizzazione e di riduzione dei costi.

Siamo riusciti a sbloccare una situazione che rischiava di compromettere la funzionalità di presidi molto importanti per il territorio, quali i parchi regionali. Sono doppiamente soddisfatto perché l’articolato di iniziativa consiliare, del quale sono co-firmatario, è diventato il testo base che andrà in Consiglio regionale prima dell’estate.

In definitiva anziché operare accorpamenti forzosi o tagli lineari, a fronte di misure mirate di razionalizzazione e risparmio, è garantita la piena operatività degli Enti parco per lo svolgimento delle loro attività istituzionali, di tutela e di valorizzazione del territorio.

Soddisfatto per la decisione della Giunta su riorganizzazione e salvaguardia dei Parchi

rsz_rsz_dsc_0011_new_1__1_Accolgo molto favorevolmente la decisione della Giunta regionale di oggi, su iniziativa dell’assessore Briano, di avviare un gruppo di lavoro interdipartimentale per la salvaguardia degli assetti istituzionali degli Enti parco liguri.

La vicenda della riorganizzazione dei parchi si sta così incanalando nei giusti binari verso una soluzione corretta e utile che tiene conto sia delle istanze del territorio e della salvaguardia del ruolo dei parchi, sia delle indicazioni della moratoria risparmio, come era indicato nella recente interrogazione in merito, che ho posto all’attenzione della Giunta.

Auspico una rapida definizione del gruppo di lavoro al fine di arrivare altrettanto rapidamente alla modifica della normativa e chiudere definitivamente questo capitolo che ha destato non poche preoccupazioni a livello locale.