PIAGGIO AERO SESTRI P. NON SI TOCCA

DSCF2499

Il Consiglio regionale di questa mattina è stato sospeso per permettere a una delegazione del sindacato e dei lavoratori della Piaggio Aero di Sestri Ponente di incontrare il Presidente della  Giunta Claudio Burlando e i consiglieri regionali.

Al termine della riunione l’Assemblea ha approvato all’unanimità un ordine del giorno che rilancia l’impegno del Presidente e della Giunta a difesa dello stabilimento di Sestri Ponente nella trattativa a livello governativo che la prossima settimana entrerà nella fase decisiva.

L’ordine del giorno riprende l’iniziativa da me presentata il 18 marzo scorso che mi vede a fianco dei lavoratori dello stabilimento genovese.

 

A Sestri Ponente per difendere la Piaggio

DSCF2409Questa mattina ho partecipato alla manifestazione che si è svolta a Sestri Ponente per difendere la Piaggio Aero. Contro la chiusura dello stabilimento genovese, paventata dal piano industriale dell’azienda, c’è stata una grande partecipazione che ha visto uniti sullo stesso fronte il mondo del lavoro e quello delle istituzioni.

La città intera si è stretta intorno ai lavoratori della Piaggio per salvare uno dei presidi più importanti e strategici dell’industria genovese, sia per ragioni economiche che per ragioni occupazionali. In corteo, oltre ai rappresentanti delle istituzioni cittadine, ha sfilato una nutrita rappresentanza della Giunta e del Consiglio regionale che oggi non si è riunito appositamente per consentire la più ampia partecipazione.

Nei prossimi giorni è previsto un altro incontro a Roma per far fare dei passi avanti nella trattativa. La piena riuscita dell’iniziativa fa capire che c’è la necessaria determinazione da parte di tutti, ognuno per la propria parte di responsabilità, per trovare la giusta soluzione.

PIAGGIO: Situazione preoccupante, azienda fornisca i dettagli del Piano Industriale

piaggioaeroGrande preoccupazione è stata espressa questa mattina dal Capogruppo PD Nino Miceli, dal Presidente della Commissione Attività Produttive Sergio Scibilia e dal sottoscritto, al termine dell’audizione delle organizzazioni sindacali della Piaggio Aero.

Abbiamo avuto conferma della situazione di grave e seria preoccupazione sia per lo stabilimento di Sestri sia per quello di Finale, riguardo alle reali prospettive di sviluppo e occupazionali che non vengono chiarite dal piano industriale presentato dall’azienda. In particolare, crediamo non si possa prescindere dal mantenimento delle due unità produttive, come sottoscritto nell’accordo di programma del 2008.

Confermiamo il nostro apprezzamento verso il significativo piano di investimenti già in corso, così come verso l’impegno dei soci a concludere il nuovo stabilimento di Villanova d’Albenga. D’altra parte rimangono i dubbi sulla ventilata esternalizzazione di alcune lavorazioni ad alta specializzazione tecnologica, che dovrebbero caratterizzare la produzione d’eccellenza dell’azienda.

Auspichiamo che il programmato incontro del 30 gennaio a Roma serva per chiarire i dettagli numerici riguardanti lo sviluppo e i livelli occupazionali dettagli che purtroppo oggi non è stato possibile discutere a causa della grave e incomprensibile assenza dell’azienda all’audizione odierna. Riteniamo indispensabile un confronto su questo tema, anche per aggiungere l’autorevole voce del Consiglio Regionale Ligure all’incontro romano, e per questo motivo abbiamo riconvocato la Commissione Attività Produttive per lunedì prossimo, invitando l’azienda.