“Dal territorio un’idea di Liguria”

manifesto_nino oliveri 2015

“Dal territorio un’idea di Liguria”. Perché? Perché è dal territorio che viene la sua forza e la sua identità. Identità di una regione dove convivono straordinarie potenzialità e grandi fragilità

Un territorio così avaro di spazi, ma così ricco di opportunità.
Un territorio dove all’eccessiva urbanizzazione della costa fa da contraltare lo spopolamento dell’entroterra.
Un territorio costiero con alle spalle una copertura boschiva tra le più estese d’Italia.
Un territorio dove l’abbandono delle aree interne si paga pesantemente in termini di alluvioni e dissesti idrogeologici.
Dentro questi squilibri si riflettono contraddizioni e difficoltà di carattere economico e sociale cui occorre far fronte con una visione di insieme dei problemi e con efficaci politiche di programmazione.

Mercoledì 29 aprile alle 18,30, presenterò ufficialmente la mia candidatura.
L’appuntamento, per chi avesse voglia di condividere con me e con il Comitato articolo 54 questo momento, sarà a Genova, a due passi dalla Cattedrale di San Lorenzo, presso il locale “Al Giardino degli Indoratori” (Vico indoratori 45 R).

Dalla Valle Stura parte la mia campagna

Mi ricandido in Consiglio regionale. La mia campagna elettorale è partita ieri sera dalla Valle Stura, precisamente da Tiglieto, dove il circolo del Partito Democratico ha organizzato un incontro che si è svolto all’insegna delle vicinanza e dell’amicizia tra le comunità della provincia. Mi ha fatto piacere incontrare amici, sostenitori, amministratori, dirigenti di partito e la candidata presidente Raffaella Paita. Ho sentito calore, vicinanza e fiducia.

Il mio impegno politico, come sapete, è caratterizzato da un riferimento costante. E’ l’articolo 54 della Costituzione che per me significa recupero dei valori etici e spirito di servizio nei confronti della comunità per ridare credibilità alla politica. Significa innanzitutto mettersi al servizio di un progetto politico e non usare il partito come ascensore che si prende o si lascia a seconda delle convenienze personali. Con questo spirito è nato anche un comitato che mi sostiene e che si ispira, appunto, all’articolo 54 della Costituzione.

Piero Fossati, amico e compagno che non ha bisogno di presentazioni,  avrebbe voluto essere a Tiglieto con noi. Questa volta non è potuto venire ma ha inviato una lettera che ho molto apprezzato e che vi mostro con grande orgoglio.

La lettera di Piero Fossati