Detriti alluvionali, la protezione civile autorizza la rimozione

detriti alluvionaliIl pietrisco e i materiali vegetali che si sono accumulati nella recente alluvione nel greto di fiumi e torrenti potranno essere rimossi subito anche da privati, utilizzando il principio della compensazione.

Il 14 novembre scorso il capo della Protezione Civile nazionale, Franco Gabrielli, ha emesso un’ordinanza che autorizza la rimozione, come avevo proposto in un ordine del giorno approvato all’unanimità dal Consiglio regionale ligure.
Da ex sindaco di Campo Ligure, Comune tra i più colpiti negli ultimi eventi alluvionali, mi sono fatto portatore in Consiglio di un’istanza che proveniva a gran voce dal territorio.

L’ordinanza della Protezione Civile prevede che i detriti di origine naturale – in sostanza pietrisco e ramaglie – rimossi da fiumi, torrenti e anche dal mare, per opere di ripristino dei corsi d’acqua e di prevenzione, possono essere ceduti alle ditte che effettuano gli interventi a titolo di compensazione per il lavoro svolto. Naturalmente con tutte le autorizzazioni necessarie e anche con una stima preventiva del valore del materiale asportato e dell’entità degli interventi stessi.

Il provvedimento consente anche di bruciare i materiali vegetali, previo parere dell’Arpal.

Questa ordinanza permette di superare le complicazioni previste dalla normativa vigente, che non consentiva di eseguire i lavori con l’urgenza necessaria. Con l’ordine del giorno chiedevamo proprio che si consentisse, nelle aree colpite da eventi calamitosi gravi, di effettuare questi lavori con estrema rapidità, affidandosi anche a ditte private, utilizzando il principio di compensazione, cioè consentendo il riutilizzo del materiale prelevato.

Sono estremamente soddisfatto che il provvedimento della Protezione Civile abbia raccolto l’appello della Liguria.
L’ordinanza riguarda non solo Campo Ligure, ma tutti i Comuni alluvionati: tutta la Provincia di Genova e i Comuni di Borghetto Vara, Riccò del Golfo e Varese Ligure.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...