Cremeno, dove cominciò la Resistenza

papaveri

papaveri

L’8 settembre 1943, all’indomani del momento più drammatico per l’Italia, a Cremeno, alcuni reparti dell’89° Reggimento Fanteria rifiutarono di arrendersi ai tedeschi. Al combattimento presero parte anche alcuni coraggiosi cittadini. La scarsità di munizioni e la minaccia tedesca di bombardare la caserma costrinsero i valorosi soldati a deporre la armi.

Paolo Alesi, Giovanni Begini, Angelo Coppola, Francesco Corno, Rino Franchin, GB Martinelli, Temistocle Ribacchi, Vito Sabatella, Giuseppe Trovato, Luigi Torre e Angelo Vigevani sono gli undici militari che morirono nel combattimento.
Con questo sacrificio iniziava il lungo e doloroso percorso della Resistenza italiana.

Ieri, sabato 13 settembre, lo abbiamo ricordato con una cerimonia.

Lanterna Tuna Cup 2014: prima edizione

Lanterna Tuna Cup 2014 a GenovaPrima gara di drifting al tonno rosso la scorsa domenica a Genova.

Si tratta di un genere di pesca che prevede il rilascio degli esemplari in mare e che, negli ultimi anni, grazie alle politiche di tutela del più importante stock ittico del Mediterraneo, ha sempre più appassionati liguri.

Nelle acque genovesi diciotto equipaggi si sono dati battaglia tra catture, pesature e filmati dei rilasci, con esemplari che arrivavano a pesare fra i 150 e i 200 kg.

Lanterna Tuna Cup 2014 a Genova

Io ho portato i saluti della Regione alla presentazione dell’evento, organizzato da Lanterna Fishing Friends – Genova in collaborazione con Tuna Tower di Maurizio Bongini e Stampa Divina di Walter Ferraro e patrocinato dall’Arci Pesca Fisa.

Per saperne di più: www.pescamaregenova.it

Linea Genova-Ovada-Acqui: ridurre i disagi

L’interruzione estiva è finita, ma sulla linea ferroviaria Genova-Ovada-Acqui Terme è previsto un altro stop per il 2015, in conseguenza dei lavori allo snodo di Sampierdarena.

Per questo ho sollecitato la convocazione della Commissione regionale Trasporti per esaminare in quella sede il dettaglio dei lavori previsti allo snodo ferroviario di Sampierdarena, il cronoprogramma, i percorsi alternativi previsti e le garanzie sul rispetto dei tempi.

L’obiettivo è quello di ridurre al minimo i disagi per i pendolari. I lavori erano previsti nella seconda metà del 2015 ma, come ha spiegato oggi in aula l’assessore Vesco, sono stati spostati al mese di dicembre per non interferire con gli spostamenti dei visitatori dell’Expo. Abbiamo dunque tutto il tempo per studiare adeguatamente delle misure efficaci per organizzare un servizio efficiente.

Durante la seduta del Consiglio regionale di oggi, l’assessore Vesco si è impegnato a convocare entro la fine di settembre un incontro di approfondimento con Trenitalia, i Comuni e i comitati dei pendolari. Si aprirà così un confronto con gli utenti che sarà senz’altro utile per individuare insieme le soluzioni per limitare il più possibile i disagi per chi viaggia.

I centri per l’impiego sono un presidio

IMG-20140905-WA0000 Festa de l’Unità di Genova. Molta partecipazione al dibattito sul futuro dei servizi per l’impiego della Provincia, a cui ho preso parte ieri insieme all’Assessore regionale Sergio Rossetti, all’Assessore del Comune di Genova Francesco Oddone e al responsabile Forum Lavoro PD Genova Mario Margini.
dibattito
A confronto punti di vista diversi, ma accomunati dalla preoccupazione di trovare soluzioni che consentano di investire sui centri per l’impiego come presidio pubblico territoriale sul mercato del lavoro.
I centri per l’impiego sono proprio lo snodo di erogazione del servizio amministrativo del collocamento e delle politiche attive del lavoro.
Si tratta di presidi particolarmente importanti in questo momento, tenuto conto delle opportunità connesse al progetto “Garanzia giovani” e alla programmazione del nuovo ciclo di fondi europei 2014-2020.

Il mio intervento: Festa unità 2014 – dibattito servizi impiego

 

 

Il “Progetto Giovani Lavoro”

progetto giovani lavoro

progetto giovani lavoro

Presentato nell’ambito della Festa dell’Unità di Genova il “Progetto Giovani Lavoro”.
L’iniziativa ha preso spunto dal libro di Silvano Bozzo “Cooperare per vivere”, il cui tema centrale è l’economia sociale di mercato.
Il “Progetto Giovani Lavoro” si propone di stimolare la creatività e lo spirito imprenditoriale dei giovani, creare nuova domanda, valorizzare i talenti, premiare i meritevoli e combattere concretamente la disoccupazione giovanile attraverso la promozione di occasioni favorevoli alla nascita di imprese cooperative.
L’iniziativa, che si avvale del patrocinio e del sostegno di Legacoop Liguria e dell’Alleanza delle Cooperative italiane, sarà pubblicizzata attraverso la stampa, radio, tv, internet, scuole e circoli culturali.

Ho preso parte con molto piacere e interesse al dibattito promosso nell’occasione della presentazione del libro insieme all’autore, alla deputata Pd Mara Carocci, al consigliere comunale Pd di Genova Gianni Vassallo, a Simona Canu dei Giovani Democratici e di Sebastiano Tringali, direttore scientifico di AMES – l’Associazione no profit per lo studio del mutualismo e dell’economia sociale – che ha curato la pubblicazione.

Nell’occasione ho illustrato la proposta di legge recentemente presentata dal Gruppo regionale del Pd relativa al sostegno delle cooperative di comunità attraverso contributi in conto capitale, finanziamenti agevolati e incentivi alla creazione di nuova occupazione.