Genova Città Metropolitana: i risultati

Ringrazio tutti gli amministratori comunali che con il loro voto hanno consentito la mia elezione a consigliere della Città Metropolitana di Genova.

Da oggi dedicherò il massimo impegno su questo nuovo fronte istituzionale, a cominciare dallo statuto, vero primo banco di prova del nuovo ente

Elezioni del Consiglio Metropolitano Genova 2014: i risultati del voto

Il circolo PD Busalla-Crocefieschi intitolato a Franco Torre

Circolo PD Busalla Crocefieschi intitolato a Franco Torre

Il circolo PD Busalla Crocefieschi

Oggi a Busalla intitolazione del circolo PD Busalla-Crocefieschi alla figura di Franco Torre.
Una bella e partecipata occasione per valorizzare una rinnovata esperienza di radicamento del partito democratico sul territorio della Valle Scrivia.

Un nuovo sito internet per aprirsi e dialogare sempre di più all’esterno e, con l’intitolazione del circolo a Torre, la dimostrazione di un forte ancoraggio al valore della militanza di base.

Insieme a me la famiglia Torre, il segretario del circolo Giuliano Zorzan, il segretario regionale del PD Giovanni Lunardon e il Vice Ministro dell’Economia Enrico Morando.

Circolo PD Busalla Crocefieschi intitolato a Franco Torre

Un bando per le imprese artigiane

Approvate con deliberazione 1140 dalla Giunta regionale “Le disposizioni per le operazioni di credito agevolato e di locazione finanziaria agevolata a favore delle imprese artigiane della Liguria“.

Beneficiari:
a) le imprese artigiane, costituite anche in forma cooperativa o consortile, iscritte nell’Albo di cui alla legge regionale n. 3/2003;
b) le imprese iscritte nel “Registro Imprese”, a condizione che ottengano l’iscrizione al suddetto Albo entro 12 mesi dalla data di presentazione della domanda di finanziamento agevolato alla Banca;
c) gli aspiranti imprenditori artigiani, a condizione che ottengano l’iscrizione nel medesimo Albo entro 12 mesi dalla data di presentazione della domanda di finanziamento agevolato alla Banca.

Le agevolazioni consistono in:
a) contributi in conto interessi (ai sensi della legge 949/52) per ridurre il tasso dei finanziamenti erogati da Banche in favore delle imprese artigiane;
b) contributi in conto canoni (ai sensi della legge 240/81) per ridurre il costo dei canoni per operazioni di locazione finanziaria effettuate da società di leasing in favore delle imprese artigiane.

I contributi in conto interessi sono destinati:
a) all’acquisto, alla costruzione, all’ampliamento, all’ammodernamento del laboratorio; b) all’acquisizione di aziende o loro rami a seguito di cessione totale o parziale di imprese, compresi nell’ammontare del finanziamento l’avviamento e le scorte; c) all’acquisto di macchine ed attrezzature nuove ovvero usate; d) all’acquisto di software, diritti di brevetto, licenze e know-how, servizi alle imprese e sistemi di qualità aziendali; e) a sostenere le spese per iniziative all’estero quali, ad esempio, l’apertura di unità locali di rappresentanza e/o filiali di vendita, per partecipazione a manifestazioni e/o fiere, per indagini di mercato; f) alla formazione di scorte di materie prime e di prodotti finiti; g) alla trasformazione di ogni tipo di debito dell’impresa, di natura bancaria e commerciale, in finanziamenti a medio termine agevolati ai sensi della presente disciplina.

Durata
· 10 anni per a) e b); -nel caso di nuova impresa 12 anni-
· 5 anni per c) d) e) g) -nel caso di nuova impresa 6 anni-
· 3 anni per f)

Per la quota del finanziamento ammessa al contributo in conto interessi, il contributo è determinato sulla base di un tasso vigente alla data di stipula del contratto di finanziamento pari al 90% del tasso di riferimento.

I contributi in conto canoni sono concessi per perazioni di locazione finanziaria aventi ad oggetto l’impianto e/o l’ampliamento del laboratorio (locazione finanziaria immobiliare) ovvero macchine, attrezzature ed automezzi (locazione finanziaria mobiliare e di automezzi) nuovi, o usati.

Il contributo è determinato sulla base di un tasso vigente alla data di stipula del contratto di finanziamento pari al 90% del tasso di riferimento.

La durata dell’agevolazione è : a) dieci anni, se riguarda beni immobili; b) cinque anni, se riguarda beni mobili.

Per le nuove imprese la durata è aumentata rispettivamente di 2 anni per i casi sub a) e di un anno per i casi sub b).

La gara per l’affidamento dei servizi è stata aggiudicata ad ARTIGIANCASSA S.p.A.

Moduli reperibili sul sito http://www.regione.liguria.it e http://www.artigiancassa.it

Idee per rilanciare l’entroterra

All'inaugurazione della rassegna espositiva "Sapori d'autunno", in Valle Stura

All’inaugurazione della rassegna espositiva “Sapori d’autunno” in Valle Stura

Dall’agricoltura sociale al rilancio delle varietà tradizionali, ma non solo: dal convegno di Rossiglione “Agricoltura, allevamento e territorio, una strategia per lo sviluppo dell’entroterra” di sabato scorso sono uscite tante idee e proposte concrete per ridare slancio all’economia delle nostre valli.

Qui il mio intervento sulle politiche regionali per la valorizzazione delle aree interne

Raccolta differenziata: la Regione con i comuni

La Regione scende in campo a fianco dei comuni per la raccolta differenziata, ecco l’articolo uscito sul Secolo XIX il 22 settembre:

“Sindaci in allarme per la differenziata” (Emanuele Rossi su Il Secolo XIX del 22 settembre 2014)

Agricoltura, allevamento e territorio per lo sviluppo dell’entroterra

zucche

zucche

“Agricoltura, allevamento e territorio, una strategia per lo sviluppo dell’entroterra” è il titolo del convegno in programma sabato 20 settembre a Rossiglione, nell’ambito della rassegna “Sapori d’Autunno” in Valle Stura.

Al convegno parteciperemo anche l’assessore all’Agricoltura della Regione Liguria Giovanni Barbagallo e io.

Appuntamento alle 9.30 nel cinema municipale, in piazza Matteotti.

Il programma

Raccolta differenziata: legge da modificare

È stato approvato all’unanimità dal Consiglio regionale della Liguria  un ordine del giorno che ho presentato martedì 16 settembre per chiedere alla Giunta di intervenire con urgenza e chiedere ai Gruppi parlamentari e al Governo di modificare il testo sulla raccolta differenziata proposto dalla Commissione ambiente della Camera dei Deputati.

Ordine del giorno sulle norme relative alla raccolta differenziata – Collegato ambientale Legge Stabilità 2014