Cinghiali: misure e fondi per difendere le coltivazioni

Entroterra | Tutelare le coltivazioni dai danni provocati dai cinghialiIl problema dei danni alle coltivazioni provocati  dall’eccessiva proliferazione dei cinghiali è stato al centro di un’interrogazione discussa questa mattina in Consiglio regionale .

Le associazioni dei coltivatori da tempo denunciano rilevanti danni alle coltivazioni provocati dalla massiccia presenza di cinghiali, nonostante i piani di abbattimento e le misure di prevenzione adottate.
Sul tema la Regione ha istituito un gruppo di lavoro interdisciplinare con lo scopo di mettere a sistema azioni e strumenti e contrastare più efficacemente il fenomeno, in collaborazione con gli enti e gli organismi interessati. Per questo ho chiesto alla Giunta di mettere in campo le misure concrete individuate entro fine anno. Si tratta di azioni che si collocano nella strategia già messa in atto dalla Regione per tutelare e valorizzare le attività agricole così da contrastare lo spopolamento dei territori montani, come ad esempio la legge per il recupero delle terre incolte, la promozione dell’agricoltura sociale e l’assegnazione a privati delle foreste demaniali regionali.

E’ necessario però avere un approccio pragmatico e una visione di prospettiva, perché solo così si potranno adottare misure davvero efficaci e cogliere l’occasione dei fondi che saranno messi a disposizione dal piano di sviluppo rurale 2014-2022 per dare maggiore organicità ed efficacia alle misure a tutela delle produzioni agricole.

L’assessore allagricoltura Giovanni Barbagallo ha spiegato come si sta muovendo la Giunta per risolvere quello che viene considerato un problema reale e urgente: aumentare il numero di capi effettivamente abbattuti che oggi sono circa la metà di quelli dichiarati abbattibili in base ai censimenti; destinare per questo scopo di una parte dei fondi del PSR, come richiesto; sollecitare a livello nazionale di una legislazione organica che vada a sostituire quella farraginosa e diversa territorio per territorio attualmente in vigore.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...