Ridimensionamento uffici postali: apriamo un tavolo di confronto

poste-italianePoste Italiane deve sospendere ogni decisione in merito all’annunciato piano di ridimensionamento dei suoi uffici.

Questo è quanto da me sostenuto in qualità di primo firmatario dell’ordine del giorno approvato oggi all’unanimità dal Consiglio Regionale (documento che potete leggere integralmente in coda a questo articolo) sul tema delle chiusure di 40 uffici postali nei Comuni dell’entroterra ligure, problema del quale si è appreso a mezzo stampa e che sta destando molta e motivata preoccupazione.

Decisioni unilaterali da parte della Poste su un tema così delicato sono inaccettabili; è necessario aprire un tavolo di confronto con tutti gli interlocutori interessati, quindi oltre ai Comuni coinvolti anche Regione, Province, ANCI, per individuare soluzioni alternative, idonee a garantire la continuità di un servizio essenziale in termini di presidio sociale e territoriale come quello svolto dagli uffici postali.

Bisogna tenere conto delle esigenze dell’utenza dell’entroterra, delle zone rurali e scarsamente popolate e rispettarle, invocando un criterio di equilibrio economico e tutela attraverso una distribuzione omogenea degli uffici postali, la cui chiusura recherebbe problemi e disagi agli abitanti di questi Comuni.

odg_poste

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...