RAI, c’è chi paga il canone per non vedere i canali.

raioliverisecoloIn questi giorni siamo tempestati dagli spot della Rai che ci ricordano la scadenza del 31 gennaio per il pagamento del canone che dà diritto alla visione di un nutrito pacchetto di programmi in grado di soddisfare tutti i gusti.

Peccato, però, che per una larghissima parte di utenti in regola con tale obbligo si tratti di un diritto virtuale, dal momento che il segnale del servizio pubblico televisivo non garantisce una adeguata copertura al territorio regionale e quindi non consente affatto di accedere all’intera offerta di canali; talora neanche a quelli di base. E’ ormai accertato che non si tratta di casi sporadici, ma di un problema molto diffuso. Principalmente nelle zone dell’entroterra ma non solo, come dimostra il lungo elenco di segnalazioni che denunciano carenze e disservizi. Da questa situazione e dalla necessità di uscire dalla logica delle proteste isolate, ha preso spunto l’interrogazione che ho presentato al consiglio regionale, insieme ad altri colleghi del Pd, al fine di sollecitare l’Ente ad assumere le necessarie iniziative affinché venga garantito a tutti i cittadini liguri la regolare ricezione dell’intera offerta di canali televisivi del servizio pubblico per cui è richiesta l’imposta.

Si tratta, in primo luogo, di disporre l’effettuazione di una ricognizione riferita a tutti i Comuni liguri per tracciare una mappatura, la più precisa possibile, circa l’attuale livello di copertura del segnale televisivo Rai. Già in occasione del passaggio della televisione dal sistema analogico a quello digitale terrestre, attuato alla fine del 2011, la Regione Liguria ha svolto un’intensa attività di coordinamento e facilitazione per assicurare una adeguata copertura del segnale televisivo per il servizio pubblico nazionale e locale sull’intero territorio regionale; in particolare nei confronti delle aree interne più decentrate e quindi più a rischio di essere oscurate. Tale censimento diventa pertanto indispensabile per misurare in modo oggettivo estensione e dimensione delle criticità dovute all’assenza totale o parziale della ricezione dei canali Rai.

Inoltre, trattandosi di un tema che interessa – sia pure in misura diversa – molte altre regioni che condividono con la Liguria un contesto orografico complicato, va coinvolta la Conferenza delle Regioni per promuovere, al livello istituzionale più idoneo, un’azione comune nei confronti della Rai volta a superare situazioni di forte iniquità che danneggiano un numero considerevole di utenti del servizio pubblico televisivo. In concreto, ciò deve portare all’attivazione di un tavolo di lavoro a livello nazionale che nel breve periodo predisponga, con la collaborazione di Rai, Rai Way (ramo d’azienda che gestisce la rete di trasmissione e diffusione del segnale Rai) e Dipartimento Comunicazioni del Ministero dello Sviluppo Economico, un piano finalizzato all’individuazione di soluzioni tecniche in grado di garantire parità di diritti all’informazione televisiva pubblica per tutti i cittadini, a prescindere dal luogo di residenza.

In ogni caso, deve essere chiaro che non è più a lungo tollerabile che la Rai non intenda farsi carico del problema e che i cittadini siano costretti a pagare per un servizio ridotto ai minimi termini (spesso solo le tre reti televisive Rai 1,2 e 3). Perdurando tale disinteresse, non è affatto da escludere la strada della class action. L’importanza strategica di un servizio pubblico come quello dell’informazione televisiva e l’estensione delle carenze denunciate ne giustificherebbe ampiamente il ricorso.

Lettera pubblicata su IL SECOLO XIX il 18 Gennaio 2014

Sull’argomento rimando inoltre al mio post del 21 novembre 2013: Digitale Terrestre in Liguria. A due anni dallo switch off permangono criticità nella ricezione dei canali RAI dove riporto il testo della interrogazione relativa che verrà discussa in Consiglio Regionale martedì 21 gennaio 2014.

2 thoughts on “RAI, c’è chi paga il canone per non vedere i canali.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...